Giovedì 8 novembre 2018, a Milano, avrà luogo la prima edizione dell’evento interamente dedicato al mondo delle criptovalute: “Crytpo Coinference”. Sarà un evento realmente formativo, con contenuti di qualità, relatori indipendenti esperti in materia e di aziende sponsor, che offrono prodotti e servizi nel settore blockchain e del mondo finanziario.

Platinum Sponsor della conferenzaCoinbar, una S.p.a. italiana che nasce con l’esigenza di connettere il mondo delle Valute Virtuali all’economia reale. L’idea viene da un team di imprenditori già attivi nell’e-commerce, nel food & retail, early adopter, sviluppatori, esperti di comunicazione e manager. Coinbar fonda la sua attività su tre pilastri fondamentali: un exchange di cryptovalute con gateway in valuta corrente (fiat); i Coinbar, punti fisici – sia di proprietà che in franchising – a metà tra un bistrot elegante e un ufficio dove poter pagare anche con criptovalute; una rete di commercianti aderenti attraverso un sistema merchant collegato alla piattaforma dell’exchange. Il progetto ha già prima di cominciare una rete di imprese e distributori che farà parte del suo ecosistema.

Abbiamo una grande ambizione che non è solo quella di essere un exchange che funzioni, ma anche quella di avvicinare il mondo crypto alla gente. Oltre a quella di dare dei servizi collaterali, la blockchain è nata non solo per muovere valore ma anche muovere servizi in mondo più efficiente” ci spiega Antonello Cugusi, CEO di Coinbar e Speaker di Crypto Coinference.

La sfida di questi tempi per gli addetti ai lavori del mondo delle cryptovalute è avvicinare sempre più la crypto-economy all’economia reale ed incentivare l’adozione quotidiana delle cryptovalute è un vettore fondamentale in questa direzione. Dare la possibilità di spendere i propri asset presso una rete sempre più allargata di esercizi commerciali aiuta a rendere le cryptovalute uno strumento più diffuso, più conosciuto e più familiare. In questo senso è prevista una app collegata direttamente alla piattaforma di exchange e la dotazione ai commercianti convenzionati di supporti preconfigurati (smartphone o tablet) in modo da rendere più agevoli i pagamenti. “Chi sono gli utenti delle criptovalute? Persone già con la testa orientata a questo tipo di cambiamento e che già utilizzano Exchange e servizi connessi, questo è sicuramente un nostro target. Ma la vera domanda è: quanti sono quelli che non sono ancora entrati in questo mercato? Questo perché non si fidano o perché non lo conoscono? Come ci comportiamo in rapporto a questi? Il format del progetto Coinbar abbraccia questo tipo di persone e si propone di avere con loro un rapporto che si può costruire solo in un luogo fisico“. Ivan Florio, CMO e CGO di Coinbar.

Il progetto parte volutamente su territorio nazionale per dare un’impronta di Made in Italy, immagine fondamentale per il veicolo della qualità, soprattutto nel settore food. Entro la fine del primo trimestre del 2019, il primo Coinbar aprirà a Roma a cui seguirà Milano. E’ subito prevista un’espansione in Europa (Germania, Spagna, Inghilterra per cominciare) e la sua piattaforma accessibile ovunque nel mondo permetterà potenzialmente di aggredire il mercato globale, chiaramente di concerto alle normative, campo per il quale Coinbar si affida al suo principale legal advisor, Coinlex.

“Abbiamo saputo della Crypto Coinference 2018 raccogliendo la segnalazione di alcuni youtuber che già conoscevamo, come Marco Crotta, Tiziano Tridico e Daniel Celani. Alla conferenza presenteremo i principali aspetti legali in capo alla creazione di un exchange di criptovalute mentre nella parte espositiva renderemo disponibili tutte le informazioni sul nostro progetto. Ci aspettiamo di entrare in relazione con persone interessanti nel panorama blockchain oltre che con possibili futuri partner dei nostri progetti: imprenditori, investitori e più in generale chiunque si sentisse utile per dare un contributo.” Conclude Florio.

L’appuntamento con Coinbar è a Crytpo Coinference, giovedì 8 novembre 2018, a Milano, per registrarsi: clicca qui